Centro di gravità

Pubblicato da Shiri Hikaru il

02/06/2021

“Non è semplice sapere, o convivere con il fatto che la nostra vita non ci appartiene”

Credete sia facile sentire il proprio centro spostarsi all’esterno? Credete che sia facile stare in piedi se il baricentro è spostato? O pensate che sia semplice sentire che, appunto, la nostra vita non ci appartiene più? No, non lo è. Perché non è tanto quello che si fa per un’altra persona, è il posto che occupa al nostro interno che fa cambiare radicalmente prospettiva.

No, non è semplice perché a volte succede anche che ci si arrabbia con se stessi, non ci si riconosce più…accettare che non siamo più “solo” noi, accettare di cedere completamente se stessi costa fatica in certi momenti. Non perché non si provi soddisfazione o piacere nel farlo, ma semplicemente perché si sente la propria vita al di fuori, come se ci stesse scappando via. Riuscire ad affidarsi all’esterno di se stessi è la cosa più bella e difficile da attuare in vita, secondo me. Nulla fa sentire più vivi e più completi di questo, ma ci vuole anche tanto coraggio a capire che non si può e non si deve (e in ultima analisi neppure si vuole) controllare tutto.

La cosa più bella è riuscire a capire che non c’è bisogno di avere sempre tutto sotto controllo, che si può far entrare qualcuno così dentro da non aver bisogno neppure di pensare a volte. Anche se penso sempre troppo lo stesso…

AverTi e sentirTi dentro di me è la più grande felicità che conosca.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *