ABUSATO-ABUSATORE

Pubblicato da Orizzonti Sconosciuti il

« Back to Glossary Index

Modello teorico sviluppato da Garland e Dougher (1990) che spiega la violenza sessuale perpetrata da un soggetto in età adulta come la ripetizione e il riflesso di un’aggressione sessuale che lo stesso avrebbe sofferto durante l’infanzia.

La VIOLENZA SESSUALE commessa dopo la maggior età altro non sarebbe se non un tentativo distorto di dare uno sbocco a traumi sessuali precoci irrisolti. L’aggressione sessuale sarebbe un atto di vendetta mediante il quale il passato è cancellato e trasformato in piacere e vittoria, riducendo gli affetti dolorosi provati più volte in occasione del trauma precedente. Tramite la violenza sessuale, l’abusatore cercherebbe di superare il senso d’impotenza, un’immagine di sé negativa, la perdita di fiducia negli altri e il timore di peri-colo incombente che costituiscono gli altri aspetti post-traumatici legati all’abuso sessuale. L’atto perverso ed aggressivo è dunque odio erotizzato, un atto pseudo sessuale in cui si ripetono gli aspetti di una passata vittimizzazione. Ciò pare spiegare, almeno in parte, il comportamento di alcuni pedofili che hanno subito in età infantile abusi sessuali.

« Back to Glossary Index