ACROTOMOFILIA

Pubblicato da Orizzonti Sconosciuti il

« Back to Glossary Index

Dal gr.akron, estremità + tome, taglio. Meno comunemente detta anche amelotasi.

Fantasia ricorrente o attrazione selettiva per persone che hanno subito un’amputazione. Il soggetto può organizzare delle situazioni erotiche bendando gli arti del partner in modo da farli sparire alla vista o chiedere che il partner simuli uno stato d’invalidità, zoppicando, usando stampelle, etc. (pseudoacrotomia).

L’attrazione per persone amputate può derivare da una forma di sadismo vicariante o per un senso di bassa autostima: la persona non pensa di meritare un partner che non abbia un handicap o un tale partner rappresenta una scusa legittima per le proprie scarse performance. Può altresì essere conseguente all’osservazione che le persone amputate ricevono maggiori attenzioni e cure. Il partner amputato può essere scelto in quanto i desideri sessuali verso di esso vanno incontro ad un minore senso di colpa poiché il sesso è solo conseguente, e quindi secondario, alle cure e alle attenzioni prestate all’invalido. In molti casi, il partner handicappato dà al soggetto che ne è attratto un senso di sicurezza, perché è visto come più fedele, cioè meno facilitato a tradire, e meno critico.

L’acrotomofilia è una parafilia complementare all’apotemnofilia e fa parte del gruppo legato all’attrazione per l’invalidità.Gli appassionati sono detti Devotee.

Vedi anche devotismo e abasiofilia. ¶

« Back to Glossary Index