Negoziazioni, contratti e

Pubblicato da Shiri Hikaru il

“L’uomo non smette di giocare perché invecchia, invecchia perché smette di giocare”. George Bernard Shaw.

E’ facile scrivere un articolo per spiegare cosa sia un concetto, è poi vederne l’applicazione che può essere molto più interessante.

Lui: “Hai scritto un bell’articolo, brava!”, Shiri: “Grazie Padrone”, Lui: “E dimmi un po’, noi quando abbiamo negoziato?” ……..

Beh…aspetta, quando…mmm…Di fatto non abbiamo negoziato. E’ nato tutto spontaneamente dalla conoscenza, dalla voglia di capirsi, di entrare sempre di più l’uno nell’altra, come una fiammella che piano piano diventa un gran bel fuoco accanto al quale si trova calore e luce. Sarà forse che i nostri gusti sono praticamente identici e che siamo sempre stati d’accordo praticamente su tutto…

C’è stato però un giorno in cui, un po’ per gioco, abbiamo messo nero su bianco le regole, le cessioni di controllo, la proprietà, i diritti e i doveri… L’abbiamo deciso ridendo una sera d’estate ed è diventato uno dei momenti più belli ed emozionanti che abbia mai vissuto. Il Nostro contratto è nato per gioco, ma come sanno molto bene i bambini, nulla è più serio di un gioco. Ci siamo divertiti a scriverlo e a correggerlo, a togliere e ad aggiungere le nostre personali condizioni e regole, vedere prendere forma nero su bianco il nostro sentire, la nostra volontà, il mio essere totalmente Sua è stata un’emozione fortissima…perché so benissimo quello che sento, ma leggerlo e firmarlo è nettamente diverso, dona una formalità che spiazza e toglie il fiato da quanto bello e sentito è quanto è scritto.

13/08/2020

“…Quando ho letto il contratto per la prima volta mi sembrava strano, suonava estraneo…leggere nero su bianco delle cose che mi sono sempre sembrate spontanee ha avuto un effetto straniante, lo ammetto. Ma non è né più né meno di quello che voglio. Ma al di là del gioco, farei veramente tutto per te, senza neanche che tu me lo chieda. Sembra una cavolata, e magari lo è, ma nulla è più serio di quello che il nostro cuore prende sul serio…suona come un impegno, ma non in senso negativo, nel senso più bello di una promessa fatta a sé stessi per primi. E’ la volontà di essere Tua e la Tua volontà che io lo sia…”


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *